Voucher digitalizzazione: come richiedere l’erogazione

L'ultimo passo per ottenere il contributo

Chi si è ritrovato tra gli elenco degli assegnatari dei voucher digitalizzazione pubblicato con il decreto dell’1 giugno 2018, per poter ottenere la somma assegnata dovrà ora avviare la richiesta di erogazione del contributo.

Come si è anticipato nel precedente articolo, in base al decreto del 1 agosto 2018 le date di termine di presentazione delle domande di erogazione sono state prorogate come segue:

  • Dal 14 settembre 2018 al 14 marzo 2019: presentazione delle richiesta di erogazione della somma dopo aver provveduto al pagamento a saldo di tutte le spese;
  • 14 dicembre 2018: la data ultima per terminare le spese progettuali.

 

COME RICHIEDERE L’EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

La domanda di erogazione deve essere inoltrata attraverso la procedura informatica fornita dal ministero (Link).
La domanda dovrà essere redatta secondo il modello di cui all’allegato 3 del DD del 24 ottobre 2017; tale modello in fac-simile verrà generato a seguito della compilazione online della domanda da parte dell’impresa.

Per ottenere il contributo richiesto tramite la procedura, alla domanda va unita la seguente documentazione:

• i titoli di spesa (fatture di acquisto) connessi al progetto di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.
estratti del conto corrente dal quale risultino i pagamenti connessi alla realizzazione del progetto agevolato;
liberatorie dei fornitori dei beni e dei servizi acquisiti, predisposte sulla base dello schema di cui all’allegato n. 4 del decreto direttoriale 24 ottobre 2017
resoconto sulla realizzazione del progetto, redatto secondo lo schema di cui all’allegato n. 5 del decreto direttoriale 24 ottobre 2017 e ss.mm.ii.

 

QUANDO VIENE EROGATO IL VOUCHER

Una volta trasmessa la domanda di erogazione del voucher digitalizzazione, l’importo è effettivamente riconosciuto all’impresa entro il termine di 30 giorni ed è comunicato tramite apposito provvedimento del MISE.

Si ricorda  che il Ministero, anche successivamente all’erogazione del Voucher, potrà procedere allo svolgimento di ulteriori controlli al fine di verificare la veridicità delle dichiarazioni sostitutive di atto notorio rilasciate dalle imprese in sede di richiesta di erogazione.

Contattaci se hai bisogno di aiuto nel momento di rendicontazione delle spese e di richiesta di erogazione del contributo.

2018-10-01T12:26:10+00:00By |News|